Home » Servizi » Consulenza psicologica e percorsi di orientamento

Consulenza e orientamento

Non impossessarsi del progetto della propria vita significa fare della propria esistenza un accidente.

Irvin Yalom

Premessa

La vita è un percorso in cui ci sono tappe di sviluppo che si intersecano con altre complessità dell’esistenza creando momenti di fragilità che, se ben affrontati, possono evitare errori di valutazione o ristabilire un equilibrio e rilanciare verso il futuro proprio e dei propri cari. Un breve percorso di consulenza psicologica e sostegno può aiutare a vivere con consapevolezza questi momenti di vita.

I nostri percorsi strutturati sono pensati per sostenere le persone e i gruppi familiari nelle fasi evolutive dell’esistenza che si sviluppano da prima della nascita a dopo la morte attraverso diversi tipi di consulenza psicologica.

Percorsi di accompagnamento alla nascita

Diventare genitori è una condizione di transizione che rende necessaria una ristrutturazione della propria vita e anche della propria identità. Cambia l’individuo, cambia l’equilibrio della coppia, si costruisce uno spazio per accogliere una nuova vita, un nuovo individuo nella propria famiglia. Questo cambiamento sollecita su diversi aspetti: si guarda al passato, ai figli che si è stati e ai genitori avuti, e al futuro, a quello che si desidera e a ciò che preoccupa. Confrontarsi con questa sfida in un paese diverso dal proprio può attivare vissuti contraddittori, si possono mettere i  discussione i propri riferimenti o sentirne nostalgia. Pensare a una consulenza psicologica o a un percorso di accompagnamento psicologico può aiutare a vivere questa transizione con una maggiore consapevolezza.

Transiti offre un percorso che si articola in 6 incontri, tre prima della nascita e tre dopo la nascita, per accompagnare il genitore o la coppia genitoriale expat in questo processo di attesa, conoscenza e nuovo equilibrio.

Percorsi di genitorialità consapevole

Essere genitori pone continuamente di fronte ad una sfida: un genitore cresce con il crescere del proprio figlio e ad ogni tappa è necessario mettersi in ascolto del bisogno dei propri figli e sintonizzarsi sui propri vissuti per accompagnarli al meglio nel percorso di crescita. Vivere la genitorialità come expat in un contesto socio-culturale diverso dal proprio di origine può mettere di fronte a ulteriori difficoltà e incognite e richiedere l’aiuto di esperti per una consulenza psicologica. 

Transiti propone un percorso di 6-10 incontri, a seconda della necessità emersa, per sostenere il genitore o la coppia genitoriale che desideri riflettere e confrontarsi con un professionista esperto sulla propria esperienza o che cerchi supporto in un particolare momento di difficoltà o transizione.

Orientamento scolastico e Universitario

Scegliere la scuola o un corso universitario può sembrare un processo semplice, scontato, in realtà è un momento cruciale per l’evolversi della nostra vita: la scelta del percorso formativo nella maggior parte dei casi condiziona le nostre decisioni future, come il lavoro, il conseguente stile di vita, il luogo in cui andremo a vivere, tempi e ritmi che scandiranno la nostra quotidianità.

La condizione di Expat aumenta la complessità del processo di scelta, perché rende necessaria una buona capacità di lettura delle dinamiche e delle caratteristiche del contesto socio-culturale del nuovo Paese di destinazione, oltre che di una raccolta di informazioni meticolosa, al fine di compiere la scelta formativa migliore possibile. Per gli italiani espatriati che decidono di rientrare in Italia, possono emergere difficoltà analoghe: abituati al sistema formativo e scolastico del luogo di espatrio, potrebbero necessitare di un supporto per reintegrarsi nel sistema formativo italiano in maniera ottimale. È quindi importante dare il giusto valore a questo delicato momento di transizione e, se necessario, farsi accompagnare in un percorso di approfondimento delle risorse personali, delle competenze scolastiche e professionali acquisite e di conoscenza delle opportunità formative a disposizione, al fine di pianificare in maniera organizzata e consapevole il proprio percorso di studi.  

I nostri percorsi di orientamento e consulenza psicologica sono svolti da personale specializzato e hanno una durata tra i 2 e i 4 incontri a seconda della necessità emersa.

Orientamento Professionale

Lo stile di vita Expat è caratterizzato da continui mutamenti: sono frequenti i cambiamenti di città, di contesto lavorativo, di relazioni umane e professionali. L’Expat spesso si sposta in più di un Paese prima di scegliere il luogo in cui, per desiderio o necessità, metterà radici.

Colleziona esperienze molto diverse le une dalle altre, che lo portano a sviluppare numerose competenze personali e professionali, talvolta difficili da integrare in un profilo professionale coerente e chiaro. In una situazione come questa è importante riuscire a creare un “filo rosso” tra le competenze maturate negli anni, integrandole con le “soft skills” che spesso caratterizzano la persona che ha esperienza di espatrio.

L’Orientamento professionale è un utile strumento per ricostruire questo filo rosso, per compiere una ricerca di impiego coerente con il proprio profilo professionale e rispettosa dei desideri e interessi personali. Decidere di fare un percorso di Orientamento professionale o di affidarsi per una consulenza psicologica a professionisti può essere di aiuto quando ci si trova davanti alla scelta della prima occupazione, nel corso di una transizione lavorativa all’estero o se si necessita di trovare ricollocazione nel mercato del lavoro italiano.

I nostri percorsi di orientamento sono svolti da personale specializzato e hanno una durata tra i 2 e i 4 incontri a seconda della necessità emersa.

Percorsi di sostegno post parto

L’esperienza della nascita di un figlio comporta una profonda rivoluzione nella vita di una donna. Il parto è un evento importantissimo che rappresenta un passaggio importante nell’evoluzione della propria femminilità. Alla felicità e curiosità per una nuova vita si affiancano anche le ansie e le paure legate al nuovo compito di madre.

Il parto stesso può lasciare delle tracce che condizionano e influenzano il proprio modo di vivere la maternità e il rapporto con il bambino. 

Partorire in un contesto socio culturale diverso dal proprio di origine può mettere la donna di fronte a incertezze e vissuti complessi.

Transiti offre un percorso di 3-5 incontri (a seconda della necessità emersa) con un professionista esperto dedicato alla neo mamma, perché possa sentirsi sostenuta in questa nuova condizione di vita e per elaborare eventuali vissuti difficili legati all’esperienza del parto.

Percorsi di sostegno per coppie expat che stanno affrontando fecondazione assistita all'estero

Per molte coppie, l’esperienza del mancato concepimento di un figlio è paragonabile ad un vero e proprio lutto. È una ferita che riguarda l’identità psico-fisica e può influire in modo negativo sulla sfera socio-relazionale. Coinvolge tanto la donna quanto l’uomo e può avere importanti ripercussioni sulla vita intima e sessuale della coppia.

Lo spazio della psicoterapia, per le coppie, o gli individui, che scelgono di intraprendere un percorso di procreazione medicalmente assistita può trasformarsi in un’opportunità per ripensare sé stessi e l’altro all’interno di un nuovo progetto, svincolando l’idea di fecondità da quella di riproduzione a tutti i costi.

Le linee guida della Società Europea di Medicina della Riproduzione (ESHRE 2015) e la letteratura scientifica del settore, sottolineano l’importanza del supporto psicologico dedicato alle coppie che si sottopongono ai trattamenti per la fertilità.

Percorsi di sostegno per l'elaborazione del lutto perinatale

Il Lutto Perinatale è l’insieme delle reazioni psicofisiche legate alla perdita di un bambino nella seconda metà della gravidanza e nelle settimane successive alla nascita.

È la perdita di una persona unica, nata a livello immaginario e poi percepita come realmente presente, scomparsa prima di essere attivamente conosciuta; porta alla sensazione di un fallimento esistenziale della capacità di conservare e di mettere al mondo la vita e all’innaturalità, poiché la morte precede la nascita. L’esperienza genitoriale nasce molto prima della gravidanza, infatti: i futuri genitori si preparano interiormente all’arrivo del bambino, i pensieri e le emozioni che si dedicano all’evento  prima e durante la gravidanza sono gli elementi del legame che si crea con il bambino. Il periodo immediatamente successivo è fondamentale: bisogna prendersi cura del dolore per non restare con una sensazione di abbandono, trascuratezza e tristezza.

Il nostro percorso con personale specializzato è specificatamente pensato per expat ed è in lingua italiana.

Percorsi di sostegno ai caregivers

Affrontare la malattia di una persona cara e sostenerla del percorso di cura è un compito oneroso sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico. Ci si ritrova a riorganizzare gli ambienti abitativi e la routine quotidiana. Le energie sono interamente dedicate alla comprensione delle cure mediche da affrontare e al sostegno della persona malata. Spesso è difficile rendersi conto del carico emotivo a cui si è sottoposti. In quanto expat ci si ritrova immersi in un sistema sociosanitario completamente differente da quello abituale, e di cui è necessario imparare e comprenderne i codici. In queste situazioni è importante prendersi cura di sé e delle proprie emozioni per trovare il giusto equilibrio poter  accudire la persona cara al meglio.

Transiti offre percorsi di sostegno ai caregivers personalizzati per affrontare questo momento con serenità.

Sostegno psicologico ai malati cronici

Il benessere di una persona non si valuta in base alla presenza/assenza della malattia, ma da un insieme di fattori psicologici e sociali. Questo concetto è essenziale per sottolineare la possibilità di stare bene anche in presenza di una malattia. Ecco perché è importante prendersi cura degli aspetti psicologici legati al proprio stato di salute. La malattia cronica mette di fronte all’esigenza di cambiare il proprio stile di vita e di riadattare i sogni e le aspirazioni ad una lunga convivenza con un ospite inatteso. Le reazioni a questo evento possono essere le più disparate, dalla negazione alla rabbia, dal senso di colpa all’assenza di emozioni. Non c’è una reazione giusta o sbagliata a questo tipo di eventi. In quanto expat non sempre si riesce a trovare all’estero una rete sociale in grado di dare sostegno in questi momenti, in cui si aggiungono la difficoltà di avere a che fare con un sistema sanitario differente dal proprio o in cui oltre alle preoccupazioni per la salute si aggiungono le difficoltà economiche per affrontare la spesa sanitaria. 

Transiti  offre uno spazio in cui esprimere difficoltà e  preoccupazioni e ti guida nel processo di comprensione e adattamento, aiutando a ritrovare il  benessere. 

Supporto psicologico nel fine vita

L’ultimo passaggio della vita è un evento carico di sentimenti angosciosi, accoramento e dispiacere. Solitamente si tende ad evitare questo tipo di argomento, sia con sé stessi, sia con le persone che vicine. Questo rende la morte un evento estremamente carico di ansia e spesso vissuto in solitudine o nella negazione della stessa.

Transiti offre a coloro che stanno attraversando questa fase della vita un accompagnamento in lingua madre nel proprio mondo interno, al percorso di significazione della propria esistenza e alla condivisione del mistero della morte.

Percorsi di elaborazione del lutto

L’evento luttuoso accomuna qualsiasi essere umano su questo pianeta. Ogni cultura ha sviluppato riti e cerimonie per affrontare questa ferita che trasforma inevitabilmente la vita di ognuno di noi. Qualche volta alcune variabili, quali fattori personali, intensità del legame affettivo, circostanze che hanno portato al decesso ed implicazioni socioeconomiche rendono il processo di elaborazione del lutto doloroso e difficile da affrontare. Lo stile di vita expat rientra tra i fattori che possono complicare questo processo. Ci si ritrova lontano dai rituali della propria cultura e lontano dagli affetti più cari. La lontananza dalla persona che è venuta a mancare può innescare una catena di pensieri legati al senso di colpa di non poter esserci o a una maggior difficoltà di accettare l’evento luttuoso. Affidarsi ad un professionista che accompagni nell’esplorazione dei propri vissuti e aiuti a trovare il proprio modo per trasformare il dolore permette di rimodulare i propri progetti e obiettivi.


Transiti offre percorsi personalizzati di 6/12 incontri per dare sostegno in questo doloroso passaggio della vita.

Riserva il tuo colloquio di accoglienza gratuito

Riceverai una email di risposta entro 48 ore











    Riserva il tuo colloquio di accoglienza gratuito

    Riceverai una email di risposta entro 48 ore